carabinieri
Malalbergo (BO) – A fargli andare sottosopra la giornata è stato lo scrupolo di un Carabiniere del Comando Stazione di Malalbergo (BO) il quale, libero dal servizio e in abiti civili,  ha riconosciuto un volto già noto al volante di un’automobile. Il militare, sospettando qualcosa, è così rimasto a guardare cosa stava combinando  il conducente il quale,  dopo aver parcheggiato l’auto, si è avvicinato ad una ragazza a piedi che si trovava nelle vicinanze.

I due, riferisce la nota dei Carabinieri, si sono prima scambiati due parole e poi, aperto il bagagliaio dell’auto, è stato prelevato un cucciolo di un cane nero razza Terranova  ceduto alla donna  in cambio di 500 euro in contanti. A quel punto, il Carabiniere ha informato il personale veterinario dell’ASL di Bologna e la centrale operativa del 112. In attesa dell’intervento, il Carabiniere ha così provveduto ad identificare la donna ed a chiedere spiegazioni all’uomo su quanto accaduto.

Si trattava, stante le dichiarazioni dello stesso soggetto, di una vendita di cane, ma in realtà il cucciolo razza Terranova, era privo del microchip identificativo. I Carabinieri hanno così appurato che il cucciolo era stato venduto antecedentemente al 60° giorno di vita ed era stato trasportato con un veicolo privo di autorizzazione. In tasca è stato inoltre ritrovato un foglio di carta formato A4 con una lista di cani distinti per razze e vari prezzi per un totale di 2.800 euro.

Gli accertamenti sulla compravendita hanno rilevato che la ragazza, estranea ai fatti, aveva avviato la trattativa in seguito a un annuncio di vendita di “Cuccioli di cane Terranova” che aveva visto su un sito internet e dopo essersi impegnata all’acquisto, versando un acconto di 150 euro nella carta di credito prepagata del venditore. Si tratterebbe di una donna non ancora identificata, che aveva fissato un appuntamento per concludere l’affare. All’uomo è stata contestata  la sanzionato ai sensi della Legge Regionale di settore, ed è stato inoltre  denunciato dai Carabinieri per truffa in concorso e sostituzione di persona. Questo perchè, affermano i Carabinieri, si sarebbe presentato dando false generalità. In attesa del procedimento giudiziario, il cane è stato affidato in custodia alla ragazza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati