mucca
GEAPRESS – Gli uomini del Corpo Forestale della Stazione di Fiuminata (MC), hanno scoperto nei giorni scorsi alcune carcasse di bovini, abbandonate all’interno di un fosso molto profondo. A quanto sembra gli animali erano morti di recente.  Il ritrovamento è avvenuto nel Comune di Sefro (MC).

Dalle prime indagini svolte  unitamente al Servizio Veterinario di San Severino Marche e coordinate dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata, è emerso che tale pratica si è protratta per lungo tempo in quanto, oltre alle carcasse dei bovini appena abbandonate, erano presenti anche resti di scheletri di altri bovini.

I resti, già in avanzato stato di decomposizione e  mangiate da animali necrofagi nonché le altre ossa ivi rinvenute, ricoprono una vasta area boscata di proprietà comunale, che dalla località “Montelago” si estende in direzione del centro abitato della frazione di Agolla.  Le indagini della Polizia Giudiziaria operante ed i campioni biologici raccolti dai resti dei bovini, hanno portato all’identificazione del presunto proprietario. Si tratterebbe di un allevatore della zona che, dalle prime ricostruzioni investigative, sembrerebbe aver praticato tale condotta  per non ricorrere a ditte autorizzate nello smaltimento dei resti animali. In tal maniera avrebbe risparmiando sulle spese per lo smaltimento delle carcasse.

A lui sono ora contestati vari reati, quali l’abbandono di rifiuti, la gestione non autorizzata di rifiuti ed il maltrattamento di animali. Contestate inoltre  diverse sanzioni amministrative, per violazione della normativa relativa all’identificazione degli animali, mancata comunicazione di morte e mancato aggiornamento del registro di stalla nonché per violazione degli obblighi in materia di smaltimento e impiego di sottoprodotti di origine animale e dei prodotti derivati, per un importo sanzionatorio previsto compreso tra 2.000 e 20.000 euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati