Andrea Zanoni (Eurodeputato IdV) ha presentato un’interrogazione parlamentare alla Commissione europea per chiedere lo stop dell’asfaltatura dell’ex linea ferroviaria “Treviso-Ostiglia” prevista nel progetto “Recupero della ex ferrovia militare Treviso – Ostiglia per la realizzazione di un percorso ciclopedonale da Piombino Dese a San Giorgio delle Pertiche”.

L’asfaltatura di un corridoio ecologico – dice Zanoni – oltre che uno sfregio all’ambiente, è in aperto contrasto con i principi di tutela e protezione della biodiversità previsti dalla direttiva Habitat, la numero 43 del 1992. Si è già iniziato ad asfaltare. L’Europa fermi questo scempio”.

Questo corridoio ecologico fa parte della Rete Natura 2000 e svolge un ruolo chiave nella ricolonizzazione verde di un territorio ad alta densità abitativa. Purtroppo il percorso ciclopedonale da Piombino Dese a San Giorgio delle Pertiche approvato dalla Giunta Provinciale di Padova getterà l’asfalto nel cuore di questo corridoio rovinandone per sempre l’ecosistema”, prosegue l’Eurodeputato, che si schiera con i quasi 500 cittadini e le associazioni ambientaliste WWF, Lipu e Faunisti Veneti, che hanno firmato una petizione contro il progetto.

Faccio presente che nel tratto di competenza della provincia di Treviso è stata realizzata una pista ciclabile con criteri ecocompatibili, ovvero realizzando un substrato in pietra di Sarone frantumata. Perché – domanda Andrea Zanoni – nel resto della pista si vuole invece usare l’asfalto?”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati