colombo morto
GEAPRESS – Continuano gli avvelenamenti di piccioni ed altri animali nel savonese. Ormai da  un mese circa, forse approfittando della confusione della stagione estiva ma certamente fornendo ai visitatori una brutta immagine della città, qualcuno sta sistematicamente avvelenando animali in via Silvio Amico a Loano (SV). Quasi ogni giorno, riferiscono dell’ENPA di Savona,  viene infatti trovato un soggetto moribondo, con i sintomi dell’ ingestione di stricnina o esteri fosforici. Veleni tremendi che provocano una lenta agonia e danno poche speranze a chi, come la veterinaria dottoressa Emma Bruno ed i volontari della Protezione Animali, tentano di salvarli. Ad oggi sono già morti trenta colombi ed un numero imprecisato di uccelli di altre specie.

Le Guardie Zoofile dell’ENPA stanno svolgendo gli accertamenti per individuare i colpevoli e denunciarli alla Procura della Repubblica. Per questo, per chi in possesso  di informazioni utili, può segnalarle  a savona@enpa.org o al numero 019 824735.

Ogni anno, riferiscono dalla Protezione Animali, in provincia di Savona si verificano oltre 150 episodi di avvelenamenti di animali, o sospetti tali. Episodi che si riconducono sia ad atti deliberatamente mirati alla loro uccisione che conseguenze di errato o illecito uso di sostanze chimiche. Almeno 50 cani e gatti di proprietà, 100 gatti liberi ed un numero molto grande di volatili e mammiferi selvatici. L’associazione tiene a disposizione degli animalisti la mappa degli eventi ed ogni volta, dopo aver diffuso avvisi in loco, li segnala al Comune competente che, secondo una Ordinanza del Ministero della salute, è tenuto a delimitare e bonificare l’ area.

Quest’anno gli avvelenatori hanno pesantemente e ripetutamente agito, soprattutto a Savona, Pietra Ligure, Quiliano e Cairo Montenotte.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati