piccioni
GEAPRESS – Intolleranza verso gli animali urbani che, ad avviso dell’ENPA di Savona parrebbero intensificarsi con l’arrivo della bella stagione.

I luoghi degli ultimi episodi sono quelli della riviera, come nel caso di Loano. Ad essere colpita è una colonia di circa 50 colombi liberi. Secondo l’ENPA una persona ancora non identificata, avrebbe preso di mira alcuni animalisti ritenendoli colpevoli della presenza dei volatili.

Sta di fatto che alcuni giorni addietro è avvenuta la rottura di una finestra mentre l’automobile di uno dei volontari, ha avuto l’automobile rigata.

Di quanto avvenuto si stanno ora interessando i Carabinieri. Sembra, a questo proposito, che la presenza dei piccioni sia stata ritenuta responsabile della diffusione di gravi malattie. Un fatto che viene invece smentito dall’Enpa di Savona la quale torna a ribadire come  ricorrenti analisi effettuate in molti comuni italiani, tra cui diversi in provincia di Savona (capoluogo compreso), hanno univocamente dimostrato che i colombi cittadini non costituiscono un problema sanitario e non sono responsabili della trasmissione di malattie pericolose.

Proprio negli stessi posti, sarebbero inoltre sotto pressione altri animalisti che si occupano dell’assistenza ad una colinia felina. Tre solo micetti, spiega l’ENPA, tutti sterilizzati dai volontari. Anche in questo caso sarebbero state proferite delle minacce verosimilmente afferenti a persone che risiedono solo nel periodo estivo. Un fatto ora oggetto di indagine della Polizia Municipale ma che spiegherebbe quanto affermato dall’ENPA, ovvero l’inasprimento di certe situazioni con l’arrivo della bella stagione. L’ENPA ha comunque già comunicato che la Legge regionale  vieta di ostacolare chi si occupa delle coline feline o di distruggere colonie feline o di distruggere cibo e ripari.

Purtroppo, conclude l’ENPA, si verificano ricorrentemente avvelenamenti di animali, di volta in volta con gatti liberi, colombi, tortore, gabbiani e passeri, che muoiono dopo atroci agonie o, soccorsi e curati dai volontari dell’ENPA, si salvano miracolosamente. Episodi recenti sono avvenuti a Laigueglia, Andora e Finale Ligure e l’associazione assicura la propria costituzione di parte civile nei procedimenti penali a carico dei responsabili.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati