biacco
GEAPRESS – Un serpente Biacco (Hierophis viridiflavus) lungo circa 140 cm, è stato catturato sul lungomare di Rosignano Solvay dal personale del Corpo Forestale dello Stato di Livorno. L’animale, appartenente alla fauna selvatica italiana, è stato poi trasferito e liberato in una località dell’entroterra distante da insediamenti.

Ad avvisare la Forestale sono stati i Carabinieri di Rosignano, a loro volta interpellati da un cittadino. Il serpente era stato scorto tra i cespugli del lungomare, in pieno centro cittadino.

L’avvistamento aveva causato un certo allarme, considerato anche il ritrovamento sempre più frequente – in ambito urbano – di specie esotiche di serpenti potenzialmente pericolose per l’uomo.  Il Biacco invece, specie tipica delle campagne toscane, è un serpente del tutto innocuo, anche se di temperamento vivace e un poco aggressivo, quando disturbato nel suo ambiente naturale.

La Forestale, viste le sempre maggior frequenti “visite” di rettili in città, invita i cittadini a prendere coscienza della situazione e a informarsi sulle principali differenze morfologiche e comportamentali tra la vipera, l’unica nostra specie velenosa, e gli altri serpenti della fauna italiana.
Nei casi dubbiosi può essere inviata una foto, per l’identificazione della specie, al Corpo Forestale dello Stato (cp.livorno@corpoforestale.it.).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati