Come preannunciato venerdì scorso (vedi articolo GeaPress), il Capitano Paul Watson è stato rimesso in libertà, dietro pagamento della cauzione dalla prigione di Francoforte.

Watson, che ha tenuto assieme ad alcuni aderenti di Sea Shepherd una conferenza stampa, proprio innanzi la prigione, dovrà ora attendere i tempi di valutazione, da parte delle autorità tedesche, del materiale relativo all’estradizione richiesta dal Costa Rica.

Un fatto vecchio, risalente ad una decina di anni addietro, e che vide Watson denunciare la pratica dello Shark finnig, la pesca degli squali finalizzata all’asportazione delle pinne.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati