sparviero
GEAPRESS – Un uccello rapace, quale lo Sparviero, che a detta di ENPA vivrebbe un’ esistenza molto difficile, specie in Liguria. Si tratta di un volatile predatore che evoca fierezza, riferisce l’ENPA savonese; ne sanno qualcosa tre esemplari, due femmine adulte ed un giovane maschio, soccorsi in grave difficoltà nel giro di poche ore dai volontari della Protezione Animali che tiene a sottolineare di essere l’unica associazione che si occupa giornalmente di prestare soccorso alla fauna selvatica ferita o malata in provincia.

Il primo sparviero è stato recuperato a Peagna (Ceriale). Il povero animale presentava le zampe immobilizzate da un colpo di fucile; poco dopo è stato soccorso il giovane maschio, incapace di volare, in via Maremma a Spotorno; ed infine un’altra femmina adulta a Leca d’Albenga, ferita all’ala sinistra dall’impatto contro un ostacolo.

I volontari dell’Enpa hanno provveduto alle prime cure ed alle visite presso veterinari specialisti in uccelli rapaci; verranno poi trasferiti al centro di recupero di Bernezzo (CN) per la necessaria convalescenza e riabilitazione al volo, al fine di poterli poi riportare nelle zone di provenienza per la liberazione. Il tutto con grande impegno personale dei volontari e spese per l’Enpa, associazione privata senza contributi statali e finora senza alcun aiuto e riconoscenza da parte della Regione Liguria, a cui la legge affida esplicitamente tali compiti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati