scoiattolo grigio
GEAPRESS – A rischio la colonia di scoiattoli grigi presente ormai da diversi anni nel Parco Castello di Legnano (MI).

Ritorna, infatti, lo spettro eradicazione, ovvero, secondo gli animalisti, l’araba fenice che non potrà mai risolvere (ancor più con l’uccisione degli animali) l’installarsi nei nostri parchi dello sciuride nord americano.

Secondo una nota diffusa dalla LAV, a breve potrebbe invece iniziare la cattura dello scoiattolo grigio (secondo alcuni studiosi sarebbe un competitore dell’autoctono scoiattolo rosso) con conseguente uccisione tramite soffocamento con anidride carbonica.

Per effettuare le soppressioni occorre il consenso dell’amministrazione comunale che però, sembrerebbe non avere obiettato. La LAV, aveva invece proposto un progetto alternativo che comportava la sterilizzazione degli scoiattoli grigi presenti nel Parco Castello. Niente da fare. Il Comune, a quanto pare, farà quello che diranno i responsabili del LIFE finanziato dall’Unione Europea. Eradicare, almeno negli intenti.

Per questo, sabato prossimo, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, proprio all’ingresso del Parco Castello di Legnano (via del Castello, oltre il tunnel) ci sarà il presidio contro lo sterminio dello scoiattolo grigio. Ad organizzarlo la LAV con l’adesione di altre otto associazioni.

Secondo più recenti studi le cause della diminuizione dello scoiattolo rosso non si spiegherebbeo con la competizione con il “cugino” americano. Il primo oriundo scoiattolino, infatti, è in diminuizione anche in zone dell’Europea ove non è presente lo scoiattolo grigio. In Inghilterra, dove (uomo a parte) convivono da parecchio tempo, avrebbe invece dato segni di ripresa, mostrando una preferenza, rispetto al grigio,  per una diversa  tipologia boschiva.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati