randagio
GEAPRESS – Ok di ENPA agli emendamenti alla Legge di Stabilità presentati alla Camera da Sel, Forza Italia, Pd e Movimento 5 Stelle in tema di randagismo. La questione principale è il rifinanziamento della legge nazionale di prevenzione del randagismo numero 181/91.

Soprattutto al Sud – riporta il comunicato di ENPA – l’abbandono o l’assenza delle politiche di sterilizzazione sta causando fenomeni di uccisione dei cani vaganti, adulti o cuccioli, anche attraverso avvelenamenti, inaccettabili per un Paese civile».

Per questo l’ENPA chiede al Governo ed in particolare al Ministro della Salute, di intervenire in favore di una ripresa della normativa nazionale. Prevenire le nascite indesiderate significa, tra l’altro, non riempire i canili dei Comuni.  I fondi previsti negli emendamenti dovrebbero essere assegnati alle campagne di sterilizzazione e rappresentare così un autentico investimento per gli enti locali, meno oppressi dal fenomeno del randagismo.

Uno sguardo particolare, poi, per i cosiddetti cani inselvatichiti. Anche per questo occorre la prevenzione. “E’ un autentico errore, sotto ogni aspetto – conclude il comunicato dell’ENPA – la riduzione al lumicino, per non dire la cancellazione dei fondi della legge numero 281/1991 che lo scorso anno si è vista assegnate poche decine di migliaia di euro. E’ davvero tempo che il Parlamento e il Governo guardino anche alla dolorosa questione del randagismo, certi di interpretare non solo la forte richiesta del mondo animalista, ma la volontà della società italiana, in cui sono ormai ben radicati una coscienza nuova ed un forte senso di responsabilità verso gli altri esseri viventi.»

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati