motovedetta guardia costiera
GEAPRESS – Un pescatore subacqueo è stato scoperto a sbarcare delle oloturie, meglio conosciute sotto il nome di “cetrioli di mare”, in Località Torre Castiglione, ricadente all’interno della zona C di riserva parziale dell’Area Marina Protetta.

L’intervento della Guardia Costiera di Torre Casario (LE) avvenuto nell’ambito dei controlli mirati al contrasto del fenomeno della pesca di frodo ed alla vendita illecita, ha comportato l’intervento congiuntamente dei militari della locale Stazione dei Carabinieri.

Dopo aver sequestrato il pescato, pari a circa sessanta chilogrammi di oloturie, è stato disposto la liberazione delle stesse in mare essendo risultate ancora vive e vitali.

Sequestrata altresìl’attrezzatura adoperata mentre per il trasgressore è stata contestata una sanzione amministrativa pari a mille euro. Tale attività, precisa la Guardia Costiera di Porto Cesareo, rientra nell’ambito della più vasta azione di vigilanza e controllo che la Guardia Costiera espleta senza soluzione di continuità, a tutela del consumatore finale e dell’habitat marino e costiero.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati