caccia forestale
GEAPRESS – E’ stato il personale del N.I.P.A.F. (Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale) del Corpo forestale dello Stato di Lecce a sorprendere un uomo di 50 anni  mentre esercitava attività venatoria all’interno dell’Oasi di Protezione e Zona militare “Torre Veneri”.

Il soggetto stava utilizzando un’arma non consentita ed anche per questo è stato immediatamente sequestrato sia il fucile che le cartucce. Nei luoghi anche  stampi in plastica che riproducevano delle anatre ed uno zaino.

Abbatteva invece piccioni selvatici un secondo cacciatore sorpreso dalla Forestale nella zona di “Murta”, nel comune di Surano. Ad infividuarlo gli agenti del Comando Stazione Forestale di Tricase durante un servizio finalizzato al controllo dell’attività venatoria e di eventuali fenomeni di bracconaggio. La Forestale ricorda che non è consentita la caccia ai piccioni. L’uomo è stato denunciato ed il fucile sequestrato insieme a piombo spezzato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati