fucile III
GEAPRESS – Gli Agenti del Comando stazione forestale di Gallipoli (LE), nel corso di un servizio mirato al controllo del territorio ed al rispetto della normativa venatoria, hanno denunciato un quarantacinquenne  di Racale sorpreso in località “Munittola” mentre era intento a cacciare con l’ausilio di un richiamo acustico.

Il mezzo di caccia il cui uso è vietato dalla legge, riproduceva i versi dell’avifauna selvatica migratoria. In tal maniera i malcapitati volatili, vengono attirati dal richiamo e facilmente centrati dal colpo di fucile.

Il soggetto ora denunciato, alla vista degli Agenti, avrebbe cercato di disfarsi del marchingegno. Fermato dalla Forestale ha subìto il sequestro del fucile da caccia, del relativo munizionamento, oltre che dello stesso richiamo elettroacustico.

Sanzione amministrativa, invece, per un cacciatore intento nella sua attività nelle campagne di Casarano. In questo caso il seguace di Diana, nell’abbandonare il posto di caccia, non aveva raccolto i bossoli delle cartucce esplose.

Altro intervento ancora a Ruffano, località Mascarane. In questo caso gli Agenti del Comando stazione forestale di Tricase hanno denunciato un cinquantenne  di Sogliano Cavour che esercitava attività la caccia con fucile carico e con l’ausilio di richiamo a funzionamento elettromagnetico. Ad essere sequestrato, oltre che il fucile ed il munizionamento, è stato il richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico ed otto tordi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati