cacciatore
GEAPRESS – Soddisfazione del Movimento 5 Stelle, per l’ordinanza del Tar del Lazio che, accogliendo il ricorso delle associazioni Lav, Lac, Enpa, Wwf e Lipu, ha sospeso l’attività venatoria 2013-2014 nella Regione per alcune specie animali, tra cui lepre e fagiano.

Nella nota del Movimento 5 Stelle è possibile leggere come l’ordinanza rispecchia, di fatto, “quanto abbiamo richiesto in una risoluzione presentata e votata all’unanimità in commissione Agricoltura, in cui impegniamo concretamente il Governo a rendere vincolante, nella definizione dei calendari venatori, il parere dell’Ispra, l’unico istituto riconosciuto in Europa in questo ambito“.

Secondo il Movimento 5 Stelle, la caccia ha bisogno nel nostro paese di una regolamentazione più stringente, e lo dimostrano le troppe procedure di infrazione a cui l’Ue ci ha sottoposto a causa della mancanza di una definizione chiara della caccia in deroga.  “Ci auguriamo che come successo nel Lazio, anche altri tribunali amministrativi blocchino l’attività venatoria irregolare, a tutela delle molte specie animali che rischiano l’estinzione nel nostro Paese“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati