cardellino
GEAPRESS – Un nuovo uccellatore partenopeo è stato individuato dal Corpo Forestale dello Stato, nel Lazio.

Dopo le numerose denunce operate nella provincia di Frosinone anche dalla Polizia Provinciale, è ora la volta di quella di Latina. A Campoverde, frazione di Aprilia (LT), il Nipaf del Corpo Forestale dello Stato ha fermato un uccellatore napoletano intento nella sua attività in un campo di girasoli.

Secondo il Corpo Forestale i poveri animali sarebbero poi stati venditi nel mercato campano.

L’uccellatore era gravato da precedenti specifici e non. Oltre ad una trentina di cardellini già catturati, sono stati sequestri richiami elettronici e vivi, reti ed altro materiale utile per l’uccellagione.

Gli uccellatori napoletani, considerata la vastità del mercato illegale di fringillidi protetti e l’esiguità della pena prevista dalla normativa italiana, usano razziare la fauna protetta anche nelle province calabresi, lucane e laziali. Tempo addietro il Corpo Forestale dello Stato, trovò un gruppo di uccellatori campani che si erano installati nelle provincia di Livorno.

Un commercio caratterizzato dai facili guadagni e dalla bassezza della pena.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati