armi carabinieri
GEAPRESS – Una scoperta effettuata nel corso di una perquisizione domiciliare e che ha messo nei guai due soggetti, denunciati dai Carabinieri di Larciano (PT).

L’accusa a vario titolo contestate riguardano la fabbricazione abusiva di arma da fuoco, detenzione abusiva di armi da fuoco clandestine e di munizioni e polvere da sparo.

I militari, nel corso della perquisizione domiciliare disposta dalla Procura di Pistoia nei confronti di uno dei due soggetti indagato per appropriazione indebita, hanno infatti rinvneuto duemilasettecento munizioni da caccia di vario calibro, quasi un chilogrammo di polvere da sparo, due congegni a trappola monocolpo di realizzazione artigianale, un fucile calibro 36 ed uno calibro 32. Secondo quanto reso noto dal Comando Provinciale di Pistoia, tutti gli oggetti sarebbero stati illegalmente posseduti e per questo posti sotto sequestrato.

In conseguenza del ritrovamento sono stati ritirati anche sei fucili ed una pistola che lo stesso soggetto deteneva legalmente. Nei confronti dell’uomo sarà inoltre avviato un procedimento per il divieto della detenzione di armi e munizioni come prevedono le leggi di pubblica sicurezza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati