GEAPRESS – Sequestri di corni di rinoceronte, nella giornata di ieri, in Vietnam e Tailandia. Nell’aeroporto della città di Ho Chi Minh, ex Saigon, nel sud del paese, a mettere sulle tracce del trafficante è stato il lezzo proveniente dal bagaglio. In tutto sei corni di rinoceronte, per il peso complessivo di 16,6 chilogrammi. Erano stati imbarcati in un volo proveniente dal Mozambico che aveva fatto scalo nel Qatar e poi a Bangkok. I corni erano avvolti in fogli di alluminio e nascosti tra i vestiti. Alcuni di loro erano freschi, da qui il fetore dei resti carnei e di pelle. Ad essere fermato è un trentatreenne vietnamita.

Gli altri corni di rinoceronte sono stati invece sequestrati nell’aeroporto internazionale di Bangkok, in Tailandia. Quattro corni, tagliati in sei pezzi, per un valore stimato di circa 600.000 dollari. Il peso complessivo era di 10.6 chilogrammi. La provenienza, questa volta, era un volo delle linee aeree dell’Etiopia. Il trafficante è un cittadino vietnamita di 56 anni.

Come è noto la polvere che si ottiene dai corni di rinoceronte è utilizzata dalla medicina tradizionale orientale. Non ha alcun valore terapeutico dal momento in cui la composizione è praticamente la stessa di unghia, capelli e peli. Il valore, però, ha ormai superato, al grammo, quello della cocaina.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati