orso majella
GEAPRESS – L’Ente Nazionale Protezione Animali, chiede al Ministero dell’Ambiente di intervenire con la massima tempestività per sollecitare un incontro con i Paesi transfrontalieri in merito alla gestione degli orsi. Incontro la cui urgenza è stata più volte segnalata dall’associazione animalista.

La richiesta del Cantone dei Grigioni, che vorrebbe che gli orsi cosiddetti “problematici” fossero uccisi nel nostro Paese è decisamente singolare – spiega l’Enpa – e non tiene conto di un fatto fondamentale: gli orsi sono specie particolarmente protette e per questo non è possibile ipotizzare né prefigurare astrusi piani di abbattimento. E’ anche opportuno ricordare al cantone svizzero che i plantigradi delle Alpi fanno parte di un programma di reintroduzione finanziato dall’Unione Europea a cui segnaleremo gli effetti tragici causati da una gestione del progetto non corretta e dall’investimento di fondi in questa direzione piuttosto che per la tutela degli orsi“.

Di fronte a quella che è considerata come una “crociata” anacronistica e anti-storica, la Protezione Animali torna a chiedere, come ha fatto più un volte in passato, un intervento deciso e risolutivo del Ministero dell’Ambiente. “E’ ora di finirla con l’intolleranza e con le campagne che alimentano una vera e propria psicosi nei confronti dei plantigradi; campagne che hanno già causato la morte di numerosi esemplari o la loro cattura e reclusione, non solo nella regione alpina, ma in quella appenninica – prosegue l’Enpa -. Gli orsi, del resto, non rappresentano un pericolo per l’uomo se è vero, come scrive sul proprio sito la Provincia Autonoma di Trento, che “In Italia, nelle Alpi e negli Appennini, non sono documentate aggressioni deliberate nei confronti dell’ uomo negli ultimi 150 anni”.

Per l’ENPA bisogna porre la massima attenzione, dal momento in cui il principale risultato di quelle che vengono definite “infondate campagne discriminatorie” potrebbe essere quello di causare la morte di altri animali, uccisi, come già accaduto, con il veleno o con una fucilata.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati