martin pescatore
GEAPRESS – Una segnalazione di un appassionato di ornitologia il quale, avvisato il Corpo Forestale dello Stato, ha consentito il recupero di un Martin pescatore.

E’ avvenuto in località Colombiera di Sarzana dove il Martin pescatore giaceva a terra senza più poter riprendere il volo. Ad un primo esame, l’impossibilità di volare non sembra determinata da ferite procurate da terzi ma da una lesione accidentale di una delle ali dell’animale.

Il Martin Pescatore, specie particolarmente protetta dalla Convenzione di Berna e dalla Direttiva “Uccelli”, vive solo in prossimità di corsi d’acqua puliti (avendo la necessità di vedere dall’alto le prede acquatiche) e quindi è anche una sentinella ecologica, essendo specie minacciata dalla cementificazione degli argini e dall’inquinamento delle acque.

L’esemplare, a cui il personale CFS ha fornito acqua e le prime cure, sarà trasportato presso il centro di recupero animali selvatici di Campomorone (GE), allestito con il contributo della Regione Liguria, per le necessarie cure veterinarie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati