pec II
GEAPRESS – Una storia curiosa ma che forse spiega come per varie casualità sia non proprio impossibile perdere i contatti tra animali domestici ed uomo. E’ successo a La Spezia attorno agli svincoli della nuova strada di collegamento tra il Centro commerciale Le Terrazze e la Variante Aurelia.

Due pecore, riferisce il Corpo Forestale, che vivevano alla stato brado e senza alcuna assistenza nei prati tra gli svincoli. Inizialmente, è stato ritenuto che le pecore fossero state abbandonate ma in seguito, grazie alle marche auricolari di cui erano dotate gli animali, è stato accertato che le stesse si erano allontanate da una piccola azienda agricola delle colline cittadine che nel frattempo aveva cessato l’attività.

Gli animali avevano così trovato una precaria sistemazione che però, ad avviso della Forestale, costituiva fonte di pericolo per loro e per gli automobilisti. Di fatto i due animali avevano provveduto a “sistemare” il prato, mangiando e pareggiando l’erba che cresceva  attorno allo svincolo.

All’operazione di recupero diretta dalla responsabile del Servizio Veterinario della ASL 5 Dott.ssa Teneggi ha preso parte una pattuglia motomontata della Polizia Municipale della Spezia, il cui intervento si è reso necessario per controllare il traffico veicolare. Il tutto  tecnicamente organizzato dal veterinario Riccardo Ercolini, con una lunga esperienza nella cattura di animali di varie specie.

Il recupero delle pecore è stato realizzato mediante delle grosse reti che sono state preventivamente piazzate in un punto strategico. Gli animali sono stati indirizzati, senza spaventarli, verso le reti che sono state prontamente alzate permettendo così la cattura senza alcuna ferita o trauma.

Nel caso le due pecore fossero riuscite a scappare e quindi si fossero dirette pericolosamente verso le corsie dello svincolo erano pronte delle cariche anestetizzanti da sparare con appositi fucili.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati