GEAPRESS – Continuano ad accogliere i visitatori di La Spezia i cartelli recanti la scritta ” “La Spezia – Città contro la vivisezione”.

L’iniziativa, ormai in corso da alcune settimane, è stata voluta dal Consigliere comunale Roberto Luciano Masia che già nei mesi scorsi si era fatto promotore di una apposita mozione, poi approvata in Consiglio.

A nostra conoscenza – ha riferito il Consigliere Masia a GeaPress – siamo la prima città in Italia e probabilmente in Europa, a dotarsi di una cartellonistica a così alto valore etico“.

La mozione istitutiva della cartellonistica, ovvero quella approvata dal Consiglio Comunale di La Spezia, richiama lo stesso articolo due dello Statuto comunale ove è previsto, tra l’altro, “particolare riguardo ai diritti degli animali ed ai doveri di chi li possiede“.

Questo lo spunto che ha portato al diniego del Comune alla pratica della vivisezione. Da qui l’approvazione avvenuta il 31 gennaio 2011, della mozione 59/2011 che impedisce l’insediamento dei laboratori e delle aziende sia pubbliche che private che praticano la sperimentazione animale. Mozione approvata all’unanimità.

Dunque, ora più che mai, “La Spezia – città contro la vivisezione”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati