capriolo II
GEAPRESS – Personale del Comando provinciale della Spezia del Corpo Forestale dello Stato, è intervenuto stamattina per liberare un giovane maschio di capriolo (Capreolus capreolus) rimasto vittima di un singolare incidente. Una cittadina, infatti, aveva segnalato il capriolo imprigionato nel giardino di una villetta disabitata nel quartiere della Chiappa.

L’animale, con uno dei suoi tipici balzi, era riuscito ad entrare nel giardino saltando da un poggio soprastante ma poi, per la differenza di dislivello, non riusciva più a tornare indietro né a trovare un varco nella recinzione. Il capriolo era altresì spaventato dall’abbaiare di alcuni cani, probabilmente anch’essi stupiti, commenta il Corpo Forestale dello Stato, da quella presenza non comune.

Per la Forestale non è stato facile riuscire a tranquillizzare il capriolo terrorizzato. Prenderlo in custodia richiede molta pazienza ed abilità essendo un animale dalla struttura ossea fragile.  Lo  stress emotivo, può inoltre essergli fatale.

Accertate le buone condizioni fisiche, gli Agenti della Forestale hanno provveduto a bendare il capriolo. Questo allo scopo di alleviare lo stress. Infine il trasporto presso il monte Parodi, dove  è avvenuta la liberazione.  Con immediati e lunghi salti, riferisce sempre la Forestale, il capriolo  ha ripreso la via dei boschi amici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati