cane padronale
GEAPRESS – Interpellanza in Consiglio Comunale di la Spezia, per conoscere lo stato di attuazione della mozione approvata alla unanimità nel giugno del 2012  inerente il 118 veterinario per animali domestici.

L’atto è stato presentato dal Consigliere Roberto Masia (Sinistra Unita per il Socialismo europeo) già noto in città per il suo impegno in favore degli animali.

In favore di un Servizio di pronto soccorso al quale potersi rivolgere in caso di ritrovamento di un animale, anche selvatico, ferito o in difficoltà, erano state raccolte nel passato oltre 1.000 firme di abitanti. In tal maniera si sollecitava l’intervento delle istituzioni  in risposta ad una richiesta della collettività che, ad avviso del Consigliere Masia, era scaturita dalla consapevolezza di non essere in grado di potere aiutare in nessun modo il proprio animale d’affezione che ha bisogno di cure immediate, specie di notte.

Il consigliere  Masia  chiede ora, con la sua interpellanza, di conoscere lo stato di attuazione della mozione 182/2011 – 118 per animali domestici – votata alla unanimità durante la seduta del consiglio comunale del 23/06/ 2012.

Questo il testo che era stato approvato nel 2012:

Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta:

a verificare presso i soggetti pubblici e privati interessati, (Associazioni, Ordine dei Veterinari, ASL), affinchè a similitudine di quanto istituito dal Comune di Savona, anche nel nostro territorio venga formalizzato e reso operativo il servizio di chiamata 24 or e su 24 di Reperibilità Veterinaria

a promuovere tramite l’Anci tutte le iniziative necessarie presso lo Stato Italiano, affinchè vengano
estese a tutta Italia il servizio di chiamata 24 ore su 24 di Reperibilità Veterinaria e le strutture di
pronto soccorso veterinario previste ora solo da alcune leggi regionali e attive in pochissime città.

a promuovere tramite l’Anci tutte le iniziative presso lo Stato italiano affinchè vengano approvate le
proposte di legge giacenti in Parlamento concernente, il servizio veterinario convenzionato, che mira ad abbattere l’iva al 20% sui farmaci e sui prodotti veterinari per i pet, passando per una mutua dedicata a cani e gatti e infine utilizzando strumenti come il 118 per i pet  feriti e bisognosi di cure immediate.

ad approntare una adeguata campagna di informazione per tutti i cittadini possessori di animali
domestici sulla possibilità offerta dall’istituzione del nuovo servizio di chiamata 24 ore su 24 di
Reperibilità Veterinaria.

di verificare la possibilità di pubblicizzare presso gli studi dei medici Veterinari associati all’Ordine e
presso tutti i luoghi pubblici opportuni allo scopo il testo istitutivo del servizio chiamata 24 ore su 24 di Reperibilità Veterinaria ad inserire il testo istitutivo del servizio di chiamata 24 ore su 24 di Reperibilità Veterinaria come parte integrante del Regolamento comunale per la Tutela degli Animali.

Con l’interpellanza presentata in questi giorni in Consiglio Comunale, Roberto Masia chiede di conoscere “quali dei punti sopraelencati siano stati esperiti,  se a tutt’oggi esistono motivi ostativi anche normativi  all’attuazione della mozione in argomento e se si, quali siano“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati