tonno rosso 1
GEAPRESS -La Guardia Costiera di La Maddalena (OT), sotto il coordinamento del Centro di Controllo Area Pesca del Nord Sardegna, ha sottoposto a sequestro un ingente quantitativo di tonno rosso, privo di regolari documenti di cattura.

L’operazione, avvenuta nella giornata di ieri, è stata portata a termine dopo un’attività di monitoraggio che ha permesso di intercettare un Tonno del peso di circa 220 chilogrammi proveniente da un grossista di Cagliari. L’animale era stato pescato in acque spagnole ed era stato commercializzato senza la regolarizzazione dei documenti di cattura previsti dalla normativa comunitaria.

Il Tonno era destinato ad una struttura alberghiera.

La mancanza di idonei documenti di cattura, lungo tutta la filiera commerciale, ha portato all’elevazione di sanzioni amministrative per un totale di 16.000 euro. A finire coinvolti sono operatori del settore. Il Tonno, dichiarato idoneo al consumo umano da parte del servizio veterinario dell’Asl, è stato immediatamente donato in beneficenza ad un’associazione caritatevole di Olbia.

Il tonno rosso, afferma la Guardia Costiera, è una specie ittica tutelata a livello internazionale, le cui carni sono sempre più richieste dai consumatori ed in modo particolare dai ristoratori di alta cucina. L’eccessivo sfruttamento del prodotto ittico in questione ha dunque causato un innalzamento delle norme poste alla preservazione della specie, tra cui appunto la predisposizione di un documento di cattura, convalidato dall’Autorità Marittima, attestante ogni singola transazione commerciale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati