Dopo il Consiglio Ue Agricoltura, Andrea Zanoni (Eurodeputato IdV) invita il Ministro Catania a puntare sul verde.

Faccio presente al Ministro Catania che la Green economy è un’opportunità e non un ostacolo. Anche quelle misure che in un primo momento possono sembrare penalizzare le nostre aziende si tradurranno sul lungo raggio in un’opportunità”. Così ha commentato Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV e membro della Commissione ENVI Ambiente al Parlamento europeo, all’indomani dell’incontro tra i ministri Ue all’agricoltura a Bruxelles. “ Troppo spesso l’Italia usa le deroghe per non adeguarsi alle normative nazionali ed europee, stravolgendone così lo scopo e ritardando le riforme“.

Durante il Consiglio Ue, il Ministro alle politiche agricole e forestali Mario Catania aveva detto “si alla Green economy ma a patto che non sia punitiva per le imprese”. Secondo il Ministro, l’Italia sarebbe pronta a chiedere deroghe per le piccole e medie aziende e per certe coltivazioni difficili da convertire, come per esempio gli alberi da frutto oppure “gli arboreti e i pascoli magri“. Il Ministro ha anche sottolineato il bisogno di una riforma senza costi sproporzionati per le imprese agricole e che sia prevista l’esenzione delle piccole e medie imprese dalla diversificazione obbligatoria. Secondo il Ministro l’obiettivo della Green economy va bene ma deve essere realizzato senza costi sproporzionati per le imprese agricole.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati