allevamento e forestale
GEAPRESS – Si e’ tenuta lo scorso 22 aprile presso le commissioni Salute, Ambiente e Agricoltura del Senato riunite in seduta congiunta, l’audizione del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, sulla stesura della “Carta di Milano”.

Si tratta di un documento i cui reali contenuti saranno conosciuti martedi’ prossimo. Dovrebbe però trattarsi di una cornice dentro la quale si svilupperanno questioni  e temi diversi ma dove sarebbe apportuno, ad avviso della Senatrici PD Amati e Granaiola, trattare un tema troppo spesso dimenticato: quello del benessere degli animali in quanto esseri senzienti cosi’ come affermato nell’art.13 del Trattato di Lisbona.

Secondo le due Parlamentari e’ importante che il testo sia volto a  realizzare l’obiettivo della sicurezza alimentare  promuovendo metodi di produzione rispettosi dell’ambiente, come quelli basati sull’uso del pascolo e che escludano confinamento individuale o mutilazioni degli animale, con la sola esclusione delle finalita’ terapeutiche. “Questo perche‘ – hanno riferito le Santrici Amati e Granaiola – la sicurezza alimentare puo’ essere conquistata solo tenendo pienamente in considerazione anche il benessere degli animali sia negli allevamenti industriali che nelle piccole produzioni. Purtroppo nel sistema di produzione attuale gli animali continuano a subire trattamenti inaccettabili. Expo 2015 rappresenta oggi una cruciale occasione per promuovere ulteriori progressi in materia di benessere animale e non ci possiamo premettere di perderla“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati