GEAPRESS – Sono probabilmente collegati ad una delle bande che nelle scorse settimane è stata coinvolta negli scontri a fuoco con la polizia keniota.

Due tanzaniani, sono stati arrestati ieri sera alla periferia di Nairobi. Nel sottofondo di un mezzo usualmente adibito al trasporto dei turisti, avevano nascosto l’avorio.

Stante le prime informazioni diffuse dalla polizia, i due bracconieri risultano più volte aver fatto dei viaggi in Kenya. Un fatto, questo, che preoccupa non poco circa le infiltrazioni di vere e proprie bande transnanzionali dedite al traffico delle zanne.

In più occasioni dai porti kenioti, sono partite spedizioni di avorio illegale, poi intercettato nei paesi asiatici. In alcuni casi, però, il paese di origine è risultato proprio la Tanzania. Singolare l’escamotage utilizzato in uno degli ultimi carichi. Pietre da costruzione. Niente affatto comuni, tanto da avere attirato l’attenzione dei doganieri asiatici.

I due tanzaniani, saranno giudicati domani mattina.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati