elefante
GEAPRESS – Due elefanti sono stati uccisi l’altro ieri a Buffalo Springs, nella zona  di Isiolo in Kenya. Secondo le autorità del paese , sarebbero in tutto 30 i pachidermi uccisi in quell’area dall’inizio dell’anno.

Si tratta di una zona protetta molto nota anche a livello internazionale. I bracconieri non sono però riusciti a portare via le zanne.

Secondo il Kenya Wildlife Service, nella zona di Isiolo e Samburu, solo l’anno scorso sono stati uccisi 134 elefanti, mentre nel 2011 erano stati 101. Ancor meno nel 2010:  63 elefanti. Un trend, dunque, in preoccupante ascesa.

Siamo preoccupati – ha riferito il Governatore di Isiolo Mohamed Guleid – perché i bracconieri riescono a penetrare in aree protette ed uccidere animali selvatici senza che nessuno se ne accorga“.

L’ultimo censimento condotto dal Kenya Wildlife Service, lo speciale corpo di polizia specializzato nella tutela della fauna selvatica, ha rilevato come il numero di elefanti si è ormai ridotto da 7.415 del 2008 a 6.361 nel 2012. Il numero delle Zebre di Grevy è invece sceso da 2400 del 2008 a 1870.

Secondo il KWS i bracconieri sarebbero la principale causa dell”improvvisa diminuzione del numero di elefanti.  La forte domanda di avorio, dunque, ed in minor misura la siccità, i cambiamenti climatici e la mancanza di cartelli autostradali lungo la Isiolo-Moyale. Qui sarebbero state uccise diverse zebre.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati