scimmie
GEAPRESS – La Corte del Distretto di Tel Aviv ha stabilito martedì scorso che la compagnia aerea di bandiera El Al, non è obbligata a trasportare scimmie per scopi di ricerca. In pratica, commenta Animal Defenders International, un duro colpo per il noto allevamento Mazor. La decisione trae origine da una vicenda legale che aveva visto opporsi la compagnia aerea israeliana ad una precedente decisione.

A quanto pare un regolamento interno della compagnia aerea, ha di fatto distinto tra i trasporti di primati considerabili “positivi” (tra questi quelli di protezione delle specie) ed altri che invece verrebbero vietati, come nel caso della sperimentazione animale. Significativo quanto riferito dalla Corte di Tal Aviv in merito ai precedenti delle ormai numerose compagnie aeree straniere che rifiutano questi trasporti.

E’ probabile che sulla decisione della Corte di Tel Aviv, possono avere influito i recenti provvedimenti governativi che hanno in qualche maniera ristretto il campo d’azione dell’allevamento.

In tutto, sempre secondo ADI, nell’allevamento israeliano, sarebbero detenuti 2.000 macachi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati