uccellagione forestale II
GEAPRESS – Controlli del Comando stazione di Forlì del Sannio (IS) del Corpo Forestale dello Stato eseguiti nell’ambito di servizi mirati di polizia venatoria. In tale contesto è stato sorpreso nel territorio di Montenero Valcocchiara un cittadino napoletano intento a catturare cardellini mediante l’uso di reti.

Lo stesso, per attirare i malcapitati volatili, utilizzava sia richiami elettromagnetici che richiami vivi.

Il trasgressore al momento della constatazione aveva già catturato più di trenta cardellini che erano stati riposti all’interno di gabbiette. Tutti gli animali so no stati successivamente rimessi in libertà. L’uomo era privo di licenza di caccia e pertanto è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia per furto venatorio aggravato e maltrattamento di animali.

Il materiale utilizzato per la cattura dei cardellini è stato sottoposto a sequestro penale e messo a disposizione della magistratura.

Sul fronte della polizia ittica i controlli hanno consentito a una pattuglia del Comando stazione di Colli a Volturno di accertare una violazione amministrativa a carico di due soggetti che stavano esercitavano la pesca in periodo di chiusura nel territorio di Montaquila. I due sono stati sanzionati per un importo di poco superiore ai 200 € e hanno subito il sequestro del pescato e delle canne da pesca.

Una pattuglia del Comando stazione di Isernia, infine, ha sorpreso e sanzionato, nel territorio di Carpinone, quattro cercatori di funghi irregolari. Questi, infatti, sono stati trovati sprovvisti del tesserino di idoneità alla raccolta e di un capo di abbigliamento ad alta visibilità, obbligatorio se si esercita la raccolta in aree dove è consentita anche l’attività venatoria.

Nei prossimi giorni i controlli della Forestale proseguiranno e consentiranno di prevenire e reprimere illeciti che comportano danni, talvolta irreversibili, alle varie componenti ambientali e al paesaggio.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati