fucili caccia cfs
GEAPRESS – Nuovi controlli del Corpo Forestale dello Stato volti al contrasto del bracconaggio nel territorio provinciale di Isernia.

Due persone di origini campane finite nella trappola della Forestale. A sorprenderli sono stati gli Agenti del Comando Stazione di Forlì del Sannio che, dopo un lungo e meticoloso pedinamento, li hanno fermati in località San Sisto, nel comune di Montenero Valcocchiara (IS), ovvero all’interno dell’oasi di protezione faunistica interdetta all’attività venatoria così come previsto dal Piano Faunistico Venatorio vigente nella Regione Molise.

Dai controlli effettuati, inoltre, è emerso che uno dei due è residente nella regione Campania, non autorizzato pertanto ad esercitare la caccia in alcun Ambito Territoriale del Molise, secondo quanto stabilito dal Calendario Venatorio 2014/2015.

Ai due sono stati sequestrati i fucili e le cartucce e sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di esercizio illegale della caccia.

Gli agenti del Comando stazione forestale di Forlì del Sannio stanno svolgendo ulteriori accertamenti, giacché le persone controllate sono risultate in possesso di autorizzazioni per l’esercizio della caccia all’interno dell’area contigua del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, attività questa che però è riservata ai soli cacciatori residenti nei comuni ricadenti all’interno dell’area medesima.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati