GEAPRESS – La Commissione Europea potrebbe contribuire con due milioni di euro all’attività dell’Interpol volta a contrastare il crimine del commercio illegale di flora e fauna in via di estinzione.

A rendere nota la decisione è la stessa Interpol che ha riportato altresì una dichiarazione del Commissario all’Ambiente Janez Potočnik. Secondo il Commissario l’incremento dei commercio illecito di fauna selvatica ha assunto livelli preoccupanti. Basti considerare il caso dei corni di rinoceronte ma anche dell’avorio. C’è poi il bracconaggio ai danni della tigre ma anche il commercio di legno pregiato.  Scopo del finanziamento dell’Unione Europea è pertanto difendere la biodiversità del pianeta.

Per il Segretario generale dell’Interpol Ronald K. Noble, si è ormai rilevata la pericolosità, a livello mondiale, del traffico illegale. La rete globale dell’Interpol può così rappresentare un strumento utile allo scopo. Per il Segretario generale dell’Interpol, tali commerci rappresentano un fenomeno che interessa tutti i paesi del mondo ma che penalizza, in modo particolare, quelli dalle deboli economie. Per questo, tra le attività che saranno programmate, compare anche la fornitura della tecnologia necessaria ai paesi che più hanno  bisogno di un aiuto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati