tigre sumatra
GEAPRESS – Sono ben 68 le trappole per tigri, rimosse in una recente operazione antibracconaggio conclusa nel Parco Nazionale di Kerinci Seblat. Si tratta della più grande area protetta di Sumatra.

L’operazione antibracconaggio, denominata Sapu Jerat, ha portato in un mese a cavallo tra giugno e luglio alla rimozione di 69 trappole.  Nell’area Parco ne sono state rinvenute una quarantina. Le altre, invece, erano in aree adiacenti. Negli ultimi due anni è il più alto numero mai rinvenuto.

Un aumento vertiginoso, di ben il 600% rispetto ai precedenti ritrovamenti. Si stima che nell’isola di Sumatra siano rimaste non più di 400 tigri.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati