GEAPRESS – L’incidente è avvenuto lungo la linea ferrata che attraversa il distretto di Chandrapur, nello stato indiano del Maharashtra. Un luogo importante per le tigri, ricadente in quello che gli esperti definiscono un “corridoio biologico”, ovvero tratti di natura deputati a costituire per la fauna ponti di collegamento tra aree naturalisticamente rilevanti.

A transitare nel “corridoio” boschivo quattro tigri che si sono però improvvisamente trovate sotto i fari del treno che collega la città di Gondia con Chanda. L’impatto è stato inevitabile. Il conducente del treno passeggeri, raggiunta la stazione intorno alle 22.30, ha dato l’allarme. Di buon mattino i funzionari forestali hanno così raggiunto il luogo rinvenendo il corpo senza vita di un cucciolo riverso  nel binario. Poco distante un secondo cucciolo, trovato immobile e ferito. Non sono state diffuse informazioni sullo stato di salute di quest’ultimo.

Nel distretto di Chandrapur ricade il Parco Nazionale Tadoba Andhari, una delle aree più interessanti dell’India centrale. Il parco ospita uno dei progetti indiani dedicati proprio alla tigre. Purtroppo incidenti di questo tipo non sono rari. Leopardi ma, in alcuni casi, anche elefanti, rimangono vittime dei treni.

La morte del cucciolo di tigre ha fatto molto scalpore in India e i telegiornali hanno riferito del fatto. E’ probabile, che a transitare in quel tratto di ferrovia, fosse una femmina con i suoi tre cuccioli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati