GEAPRESS – L’Animal Welfare Board of India (AWBI) ha informato i Governi della Federazione indiana sull’inopportunità di concedere permessi relativi alla costruzione di delfinari. La presa di posizione fa di poco seguito all’annuncio di Sea World di volere costruire un grande parco acquatico nello Stato di Maharashtra, nell’India centro occidentale. Acquario più delfinario.

L’Animal Welfare Board of India, non è una associazione animalista, bensì un organismo consultivo costituito a norma di una legge del 1962 relativa al benessere degli animali. Formalmente è sotto il controllo del Ministero dell’Ambiente. Nella lettera inviata ai vari Governi del’India l’AWBI ha sottolineato le crudeltà che caratterizza la cattività acquatica. E’ proprio di questi ore la notizia diffusa da Sea Shepherd sulle nuove catture di delfini nella baia di Taiji, nel giappone sud orientale. A quanto pare, per la stagione di caccia 2012-2013 si sta verificando, rispetto alle richieste provenienti dall’industria della carne, una maggiore incidenza di quelle del mondo dei delfinari. Due industrie che, come più volte denunciato dagli ambientalisti, hanno interessi fortemente intrecciati tra loro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati