tigre sumatra
GEAPRESS – La polizia del Distretto di Sangli nello Stato indiano del Maharashtra, ha individuato negli ultimi giorni sette sospetti bracconieri di tigri. In particolare la polizia è riuscita a sequestrare due pelli sulle quali è ora in  corso l’esame del DNA. Non è la prima volta, infatti, che in India vengono ritrovate false pelli di tigre.

Quattro dei sette bracconieri sono stati posti in stato di arresto.

Come è noto la pelle e le ossa delle tigri sono molto richiesti nel mercato internazionale. Le ossa in modo particolare vengono esportate per il mercato orientale della medicina tradizionale. Ossa e pelli, non solo di tigre, ma anche di leopardo che in India è ancora discretamente diffuso.

Relativamente alle ossa, quasi tutta la richiesta proviene dalla Cina dove sono altresì noti sospsetti allevamenti di tigri. Ufficialmente vengono allevate con lo scopo di salvaguardare la specie in via di estinzione, sebbene (come quasi tutte le strutture della cattività animale) gli effetti positivi per le popolazioni selvatiche sono praticamente nulli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati