GEAPRESS – Sei bracconieri finiti male in due diverse operazioni delle autorità indiane. Il caso più recente è avvenuto nel Parco Nazionale Rajaji, nello Stato indiano dell’Uttarakhand. Due bracconieri accusati di avere avvelenato una tigre.

A quanto pare i due avevano attratto l’animale utilizzando il corpo di un maiale imbottito di veleno. La grossa tigre, un maschio di circa quattro anni, è stato così trovato morto. Le indagini hanno portato ai due presunti bracconieri i quali si sarebbero difesi sostenendo come il grosso felino avesse ucciso due bufali.

Molto più movimentato, invece, quanto successo nello Stato indiano dell’Assam. All’interno del Parco Nazionale Kaziranga, un colpo di arma da fuoco ha infatti attirato, mercoledì scorso, l’attenzione del personale di vigilanza. La fucilata era diretta contro un rinoceronte che per fortuna ha mancato il colpo. Un altro animale, però, era già stato ucciso.

Dallo scontro a fuoco scaturito con i quattro bracconieri ad avere la peggio sono stati questi ultimi. Due di loro, infatti, sono rimasti uccisi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati