Era entrato in possesso del porto d’armi per uso caccia da soli due anni. Appena divenuto maggiorenne è stato tra le prime cose che ha fatto. Domenica però le Guardie Volontarie del WWF di Bari lo hanno trovato all’interno del Parco Nazionale dell’ Alta Murgia insieme ad altri due cacciatori, in piena attività di bracconaggio con l’ausilio per altro di richiami elettromagnetici vietati dalla legge. Denunciato e comunicato all’ Autorità Giudiziaria.  L’attività delle Guardie è poi proseguita congiuntamente al Corpo forestale dello Stato con il sequestro sempre in area Parco di altri richiami vietati dalla legge.