ndrea In occasione della visita a Treviso, dello scorso 15 aprile, per la campagna educativa “CircOLIamo” sulla raccolta dei lubrificanti usati, il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini ha parlato di inceneritori, inquinamento da polveri sottili, capannoni e aeroporto Canova.

Secondo il Ministro, tali strutture e la raccolta differenziata sono un punto cardine della politica governativa. Per l’On.le Zanoni, tale modo di pensare è gravemente lacunoso. Anzi, essendo il rilancio degli inceneritori in contrasto con la nuova strategia europea (in particolare la raccolta differenziata non può convivere con gli inceneritori) Clini, sempre ad avviso di Zanoni, dimostra una vera e propria ignoranza in materia.

Invito Clini a tornare a Treviso – ha dichiarato l’On.le Zanoni – per visitare un centro di eccellenza, in termini di recupero e riciclo di rifiuti, come quello di Vedelago dell’amica Carla Poli, centro che ho citato proprio ieri a Bruxelles durante una conferenza che ho organizzato con altri colleghi in merito alla questione inceneritori“.

Secondo l’europarlamentare dell’IdV Clini dimostrerebbe così di non sapere che, in merito alla qualità dell’aria, l’Italia è stata deferita alla Corte di Giustizia Europea il 24.11.2010, per la violazione della Direttiva 2008/50/CE. Un motivo per programmarne la chiusura.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati