marangone
GEAPRESS – Un giovane Marangone in difficoltà è stato soccorso dai volontari della Protezione Animali nella spiaggia finalese del Malpasso (SV).

Secondo l’ENPA di Savona, si tratta di un uccello marino appartenente alla famiglia dei cormorani. Una specie particolarmente protetta dalla legge italiana e comunitaria per la sua rarità. Il Marangone vive quasi esclusivamente su isolotti e scogliere marine. Nel mare, infatti, trova il pesce di cui nutrirsi.

Secondo quanto riportato dall’ENPA il Marangone è presente in ridotte popolazioni in Sardegna, Corsica ed arcipelago toscano. Il piccolo gruppo che ha da qualche tempo popolato la costa da Bergeggi a Finale rappresenta una importante espansione verso nord. Già nel dicembre scorso i volontari ne avevano soccorso un altro esemplare a Noli, poi liberato a guarigione avvenuta.

I soccorsi della fauna selvatica ferita o in difficoltà, importantissimi per la tutela della biodiversità, spettano per legge alla Provincia, che però ha già segnalato all’ENPA di non poter garantire quest’anno neppure l’ insufficiente contributo fornito ne 2012. Secondo quanto diffuso nel comunicato dell’ENPA le aree protette regionali del savonese (Bergeggi, Gallinara, Ceriale, Adelasia, Piana Crixia e Millesimo), a parte il Parco del Beigua, non si occuperebbero di questi soccorsi. L’associazione, però, non se la sente di interrompere il servizio e lasciare morire gli animali. Di fatto si sta facendo fronte a proprie spese e nel 2013 i recuperi effettuati sono già ben 400.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati