corno rinoceronte
GEAPRESS – Apparteneva ad un rinoceronte bianco importato anni addietro dal Sudafrica, il corno trovato nella valigia di tre passeggeri cinesi in attesa di imbarco presso l’aeroporto internazionale Hosea Kutako, in Namibia. Campioni  del corno erano stati prelevati per essere inviati in un ambulatorio specializzato di Pretoria ove è avvenuta la camparazione del DNA.

Dal database dei rinoceronti sudafricani è stato così possibile risalire al singolo animale trasferito in Namibia e qui ucciso nello scorso marzo.

I tre cittadini cinesi hanno dichiarato di non conoscere il contenuto della valiga che doveva essere consegnata ad un uomo dello Zambia. Il riscontro delle dichiarazioni con i filmati delle telecamere dell’albergo, avrebbe però permesso di ricostruire una storia diversa da quanto dichiarato.

Non è la prima volta che le analisi del DNA consentono di individuare gli autori di illeciti relativi al contrabbando della  fauna selvatica africana. Uno studio ad ampio raggio che ha coinvolto più paesi africani, ha consentito di ricostruire la “filiera” dell’avorio di elefante.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati