ibis
GEAPRESS – Un altro Ibis eremita si potrebbe essere perso nei cieli italiani.

A differenza di quelli della Toscana, i cui atti di bracconaggio sono riapparsi agli onori della cronaca in provincia di Grosseto (vedi articolo GeaPress), non si può ancora parlare di caccia illegale.

Il grosso uccello allo stato attuale risulta disperso. Ha fatto perdere le sue tracce tra l’aeroporto di Rivolto ed il campo da volo Al Casale, vicino a Codroipo, in provincia di Udine. I sistemi di rilevamento non danno più alcun segnale ed i ricercatori invitano chiunque in possesso di notizie utili a rintracciare l’Ibis, a comunicarlo alle autorità preposte.

Nel caso della provincia di Udine si tratta dell’esemplare chiamato Peter. Volava insieme ad altro animale, corrispondente al nome di Vitorio, a quanto sembra regolamente individuato. Già nei giorni scorsi il Waldrappteam, ente organizzatore del progetto di ritorno dell’Ibis ermita,  aveva espresso la sua preoccupazione per l’apertura della stagione venatoria.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati