Lupo Foto Mastrella
GEAPRESS – Sono sei i lupi del Parco di Montioni, in provincia di Grosseto. Tre adulti e tre giovani ripresi grazie all’uso delle fototrappole. A darne comunicazione sono Silvia Ghignoli e Paola Visicchio dell’Oasi WWF Provincia di Livorno.

Il dato è stato riferito nel corso dell’evento  “Il Lupo e i suoi segreti” che si è tenuto lo scorso fine settimana presso il centro visite di Orti-Bottagone e nel Parco di Montioni. All’incontro hanno partecipato soci e non soci WWF appassionati di natura, della provincia di Livorno e di Grosseto.

In particolare,  Daniele Caccia e Giovanni Milano dell’associazione Canislupus Italia, hanno illustrato la storia del lupo in Italia: le sue caratteristiche, i miti e le leggende legati alla sua figura ed i sistemi di monitoraggio usati nel tempo. In tale contesto si è appreso dei lupi di Montioni immortalati dalle immagini delle fototrappole.

Nel corso del sopralluogo eseguito nel Parco è stato inoltre possibile riscontrare la presenza di tracce e di altri segnali della presenza del lupo, come nel caso delle feci. Dall’esame è risultato evidente l’alimentazione del lupo, ovvero carne di cinghiale.

Non solo lupi, comunque. Il Parco è infatti ricco di numerse specie appartenenti alla fauna selvatica e tra queste il raro gatto selvatico. Nel corso dell’escursione non è mancato il ritrovamento di un animale ferito. Si trattava di una beccaccia prontamente ricoverata presso il Centro Recupero Uccelli Marini ed Acquatici, gestito dalla LIPU a LIvorno.

Nella prossima primavera, avverrà una nuova serie di incontri sperando in nuove buone notizie per il lupo, il gatto selvatico e tutti gli altri animali selvatici che abitano nel parco livornese.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati