carne di balena
GEAPRESS – Sono in tutto 383, tra balenottere e balenotteri minori, i cetacei che annualmente potranno essere cacciati in Islanda.

La nuova strage denunciata dagli ambientalisti è sicuramente meno conosciuta rispetto alle pratiche giapponesi. Stride anche con il numero molto basso di islandesi che in un sondaggio commissionato da IFAW ha dichiarato di mangiare carne di balena. Meno del 3%.

La decisione, presa venerdì scorso dalle autorità Islandesi, risponde ad un piano di pesca quinquennale. 1915 balene, dunque, che saranno arpionate a partire già da questa stagione. Un cammino a due facce, quello dell’Islanda, che si vanta di essere uno dei paesi con un alto numero di turisti che si recano per il whale watching, l’osservazione delle balene.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati