Dopo il recente sequestro operato dalla Guardia di Finanza nel porto di Genova, un nuovo intervento delle Fiamme Gialle ha permesso di sgominare un traffico illecito di tartarughe protette al porto di Venezia. Le sei tartarughe, appartenenti a due specie entrambe protette dalla legge, erano nascoste in una scatola chiusa nel bagagliaio di una macchina sbarcata dal traghetto che collega la Siria a Venezia. Denunciato un cittadino italiano, di origine siriana. Il trasporto di tartarughe all’interno di spazi angusti, finanche avvolte nella palstica e chiuse all’interno di pacchi postali, è secondo GeaPress cosa molto diffusa.