enpa gravina
GEAPRESS – Nei giorni scorsi l’Unità di Intervento Nazionale dell’ENPA è intervenuta a Gravina di Catania (CT) per risolvere alcune questioni particolarmente spinose dell’annosso problema del randagismo. Quattordici cani in uno stato di imminente pericolo i quali, grazie alla collaborazione con l’associazione VOCE ANIMALE, sono stati trasferiti presso la sede torinese dell’ENPA ove verranno curati e poi dati in adozione.

L’intervento, reso possibile grazie alla preziosa partecipazione dei volontari, è stato coordinato da Marco Bravi e Giusy D’Angelo, rispettivamente responsabile nazionale e comportamentalista di ENPA.

L’efficacia di queste azioni dimostra quanto sia sempre più importante la scelta di Enpa nel preferire di tracciare la strada delle soluzioni con fatti concreti rispetto alla politica dei vuoti annunci propagandistici –  commenta Marco Bravi al termine delle per lo più insonni 72 ore della missione – Non possiamo andare dappertutto, ma l’esperienza, i mezzi e le competenze di Enpa – prosegue Bravi – possono fare davvero la differenza fra la vita e la morte per tanti animali, quando le realtà locali fanno appieno la loro parte“.

Importante, nell’intervento di Gravina di Catania, è stata la presenza della comportamentalista che ha curato anche le fasi di approccio con i quattordici cani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati