occhi cane
GEAPRESS – “Anna Winter, che insieme a Giuseppe Garibaldi è stata la fondatrice della più antica associazione protezionista italiana e che quando l’Enpa mosse i primi passi era cittadina del Regno Unito, oggi non sarebbe per nulla fiera per come vengono trattati gli animali nel suo Paese. Resterebbe anzi inorridita per l’uccisione dei due cani che hanno vegliato sulla sicurezza del principe William”. Questo il commento dell’Enpa all’incredibile notizia giunta dall’Inghilterra.

Ad avviso della Protezione Animale l’uccisione dei due cani suscita indignazione ma è ancora più scioccante il fatto che siano stati messi a morte due cani-soldato che hanno prestato servizio per il loro Paese e che avrebbero messo in pericolo la loro stessa incolumità pur di adempiere il proprio dovere.

Per l’ENPA è difficile pensare che non sarebbe stato possibile trovare una sistemazione adeguata per i due cani-soldato, se realmente lo si fosse voluto. “Oggi – conclude la Protezione Animali – Anna Winter faticherebbe non poco a riconoscersi nella cultura del suo Paese, preso ovunque d’esempio come simbolo di civiltà, ma non per il modo in cui tratta gli animali“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati