GEAPRESS – A Lavagnola (SV), in molti si erano affezionati a lui. L’airone cenerino era diventato uno di casa. Quella figura elegante, zampettava tra le poche acque del torrente Letimbro. Ed invece un automobile gli è finita di sopra. L’incidente stradale, infatti, è quello che più probabilmente è occorso al povero airone. Così pensano i volontari dell’ENPA di Savona che lo hanno soccorso. Una ferita all’ala, ma soprattutto diverse lesioni interne, sembrano lasciare poche speranze di vita al povero animale.

L’airone dall’apertura alare di 1,7 metri, nella sua vita deve affrontare numerosi pericoli. Innanzi tutto l’alta mortalità infantile. Fino al 70% ricorda la Protezione Animale savonese. C’è poi l’inquinamento dei fiumi, il bracconaggio ed ora pure gli incidenti stradali.

Chissà cosa è successo, invece, mercoledì sera a Sant’Antonio di Casalgrande in provincia di Reggio Emilia. Cinque cinghiali uccisi da un SUV che a quanto pare ha riportato 10.000 euro di danni (da reclamare alla Provincia). Gli animali, quasi sicuramente, sono rimasti abbagliati dai fari del grosso mezzo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati