GEAPRESS – Protesta dell’associazione Animalisti Italiani Onlus, nei confronti del Comune di Giulianova (TE), accusato di volere spostare la spiaggia ad uso delle persone con animali a loro seguito, in un’area giudicata non idonea alla balneazione. Eppure, un anno addietro, la stessa associazione ricorda di avere espresso la solidarietà al Primo Cittadino, attaccato da una cerchia ristretta di Consiglieri Comunali. Quella spiaggia così resa usufruibile, evidentemente per alcuni non doveva esistere.

Dunque, dal Lungomare Rodi a Giulianova nord. Walter Caporale, presidente di Animalisti Italiani Onlus, si chiede ora chi “ha deciso di buttare gli animali in tale luogo“. Eppure la precedente collocazione era stata ben accettata ed aveva creato, sempre ad avviso di Animalisti Italiani, occupazione.

Una decisione che rispondeva, oltretutto, alle esigenze del sempre maggior numero di famiglie italiane che hanno deciso di adottare un animale. Si tratta, secondo il Rapporto Italia 2013 dell’Eurispes, del 50% delle famiglie, mentre un terzo delle stesse vive con due o più animali. L’invito rivolto ora da Walter Caporale al Sindaco Mastromauro è di non dare retta ad una minoranza di citradini. “Solo chi osa può vincere“, conclude Walter Caporale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati