tonno rosso
GEAPRESS – Nuovi controlli sulla filiera della pesca dei militari della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Gioia Tauro (RC). Nella giornata di ieri è avvenuto il sequestro di cinquanta chili di Tonno Rosso che sarebbe risultato privo della necessaria documentazione di accompagnamento.

Nei confronti del titolare dell’esercizio commerciale che ha commesso la violazione è stato anche elevato un verbale amministrativo di 4.000 euro. Il pescato confiscato  è stato successivamente donato in beneficenza ad istituti ONLUS della Piana di Gioia Tauro.

Il Comando della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro coglie l’occasione per ricordare che il Tonno Rosso nel corso degli anni è stato colpito da forte impoverimento ed è soggetto a particolare protezione anche in virtù della pregiatezza delle sue carni e del suo valore economico. Ad oggi, infatti, dal momento dello sbarco fino alla vendita al consumatore finale, il Tonno rosso deve essere sempre accompagnato da un apposito documento, il BCD, vidimato dalla Capitaneria di Porto presso cui avviene lo sbarco.

I controlli da parte dei militari della Guardia Costiera di Gioia Tauro proseguiranno a tutela e protezione delle risorse ittiche, su tutta la filiera della pesca.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati